Quando visitare Roma e cosa vedere in pochi giorni

Il periodo migliore per visitare Roma, a detta di tutti i turisti, è senza dubbio la tarda primavera, orientativamente dopo Pasqua e fino a Giugno. Il motivo è presto detto: ci sono meno visitatori, si fanno meno file, il caldo non assilla e ci si può sedere a prendere il sole nelle famose scalinate o in uno dei tanti caffè all’aperto delle vie del centro. Nessuna città affascina come Roma. È vero che ci sono città più visitate, come Parigi, ma davvero nessun luogo lascia così tante sensazioni come questa città che è come un museo all’aperto e insieme un libro di storia, della nostra storia, non solo di italiani, ma di uomini occidentali. Passeggiando per le vie del centro storico, il più vasto e ricco del mondo, si ha come la sensazione di mettere un piede all’interno di una giornata qualunque dell’epoca antica o della Roma dei Papi, circondati da palazzi, fontane, piazze e colonnati di valore assoluto, edificati dai migliori architetti e artisti della nostra storia. Nessuna città ha questa spira lunga 2700 anni, con questa importanza, con questa impronta lasciata profonda all’interno delle nostre vite. Gli edifici monumentali ci ricordano un grande passato: la Roma imperiale, la Roma Papale. Ma anche le vie più moderne sono ricche di fascino, con boutique e ristoranti che fanno assaporare in pieno l’atmosfera romana.

In vacanza a Roma: le attrazioni più viste

Se un turista non fosse mai stato a Roma avrebbe il mal di testa solo per scegliere cosa visitare. In effetti Roma, più di ogni altra capitale al mondo, richiede tanti giorni per essere conosciuta in ogni suo aspetto. La ricchezza del suo patrimonio artistico e culturale è sfolgorante e batte ogni rivale in Europa e nel mondo intero. Dovendo scegliere, dovrebbe concentrarsi sugli edifici simbolo, ma sarebbe comunque una grave perdita. Secondo una nota rivista di turismo, specializzata in viaggi organizzati, le attrazioni più viste di Roma sono:

  • La basilica di San Pietro e la Piazza, sia per motivi di fede, sia per apprezzarne la maestosità questa è una tappa obbligata. Il cupolone e il colonnato lasciando sbalorditi, all’interno della Chiesa ci sono capolavori di Michelangelo. In tutti gli edifici si nascondono tesori di incomparabile bellezza. Curiosamente quest’area grande poco meno di mezzo ettaro non appartiene alla Repubblica Italiana, ma allo stato della città del Vaticano. Pernottare in un bed and breakfast vicino a San Pietro è un vero e proprio lusso.
  • il Colosseo è il simbolo della Roma Imperiale, curiosamente fu progettato non per dimostrare grandezza ma per dar modo al pubblico di ritrovarsi a vedere gli spettacoli gladiatori, il divertimento principale dell’epoca. Insieme al Circo Massimo è la dimostrazione del tenore di vita dei romani e di quanto ci tenessero allo svago. La struttura è magniloquente, moderna, iconica.
  • Piazza Navona, anche questa Piazza è ricavata da un gigantesco ippodromo progettato per la corsa delle bighe. Ovviamente oggi l’attrazione principale è la piazza stessa con le sue fontane e i suoi palazzi.
  • La Fontana di Trevi è stata da poco restaurata ed è di un bianco abbagliante, situata dietro il Palazzo del Qurinale, di stampo smaccatamente neoclassico.
  • La via Appia antica, una via che conduceva anticamente a Brindisi, sulla quale si affacciano ville e residenze, dimostra la capacità dei romani di costruire strade e di darsi delle agiatezze (erano dei maestri in questo).
  • Il Foro Romano è tutta la zona archeologica, comprensiva delle colonne, dei templi, dei mercati (esempio quello di Traiano) che va dal Colosseo lungo via dei fori Imperiali, verso l’Altare della Patria, il Campidoglio e Piazza Venezia.

Naturalmente ci sono tante attrazioni da vedere, chiese, vie, vicoli, piazze. Ma avendo poco tempo, e circolando a piedi, si può pensare di vedere queste, per rendersi conto di com’è fatta la città.

In città:
Casa Julia Vatican Luxury Rooms
Via della Giuliana, 113, 00195 Roma
392 944 7326

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*