Perché andare in vacanza in crociera

La crociera sta riscuotendo un sempre più largo consenso tra i vacanzieri di tutto il mondo. Considerata per decenni un bizzarro lusso per pensionati, oggi è una vacanza a tutto tondo che coinvolge giovani coppie, famiglie, single e persino celebrità. Il business è talmente florido che non mancano nuovi vari di navi che battono tutti i record come la MSC Meraviglia, la più grande nave da crociera europea che ha preso il largo per il suo viaggio inaugurale, dal porto di Le Havre negli scorsi giorni. Può stipare ben 5700 passeggeri a dimostrazione del fatto che l’aumentata capienza serve a far fronte a una domanda, che in futuro aumenterà ancora.

Come mai si scelgono le crociere?

Non serve molta immaginazione per comprendere come mai le persone scelgono la crociera per trascorrere un periodo di vacanza. La nave è costruita come una piccola città e se può spaventare il fatto di essere chiusi in uno spazio comunque limitato con tanta gente, l’organizzazione del viaggio è così di alto livello, con le compagnie tradizionali, che pur non sentendoci mai soli è possibile godere dell’intimità.

Il motivo principale per cui si sceglie la crociera è che è una tipologia di vacanza all inclusive, basata su servizi completi che vengono offerti in un unico pacchetto, con vari benefit accessori. La comodità di potersi spostare da un posto all’altro senza dover prendere mezzi diversi e mai disfare le valigie è certamente l’aspetto che ha maggior appeal. Immaginate una crociera nel Mediterraneo come quelle proposte nei vari pacchetti dal sito LeCrociere.Net, si parte da città affascinanti e storiche come Venezia, Marsiglia, Genova per andare a visitare posti come le Baleari, la Sardegna, le Isole Eolie, le isole greche solo per citare delle mete molto popolari.

La crociera è ormai conveniente. Le compagni di navigazione hanno imparato a contenere i costi (spesso facendo lavorare asiatici) grazie a pacchetti tutto compreso, che lasciano spazio alle spese accessorie, nelle quali si può guadagnare di più rispetto al costo del biglietto (con meno di 1000 euro 7 notti e trasferimento compreso ormai è la norma).

La crociera inoltre non è più limitata a una sola categoria di vacanza o di vacanzieri. Come scritto, fino agli anni Ottanta del secolo scorso le crociere erano viste come una vacanza per ricche coppie (pensiamo a Love Boat), oggi invece esistono diversi pacchetti e diverse tipologie: la varietà delle destinazioni è solo una parte delle opzioni a disposizione. I turisti possono scegliere tra una crociera al mare oppure una fluviale, addentrandosi verso città artistiche.

La varietà delle opzioni a disposizione del crocerista sono tali che egli può scegliere come trascorrere il tempo all’interno della nave come crede. Nel passato una crociera al massimo offriva la sala da ballo, la sauna, la piscina e l’animazione. Oggi abbiamo autentici varietà con stelle internazionali, spettacoli teatrali, musical, concerti, il casinò, l’area fitness, la sala giochi, la piscina, l’idromassaggio, i trattamenti termali, servizi per famiglie e bambini, sale ristoranti multiple e via dicendo.

Secondo uno studio di marketing, i clienti delle crociere risultano tra i più soddisfatti tra i turisti. Il motivo? Il 90% di essi ritiene che la crociera abbia mantenuto le promesse, rispetto alle aspettative iniziali. La formula a pacchetto fornisce sufficienti garanzie su ciò che ci si deve aspettare, inoltre essendo vendute in questo modo, le crociere sono soggette più facilmente al giudizio dei consumatori nei siti di recensioni. Una crociera di 7 giorni in una determinata località viene ripetuta X volte durante l’anno: perciò migliaia di viaggiatori ogni anno si misurano sullo stesso pacchetto vacanza. Con ciò si riduce la soggettività del giudizio: i turisti imparano a scegliere il meglio, cercando di identificare PRIMA di partire qual è la crociera ideale per loro e riducendo al minimo l’insoddisfazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*