I benefici dell’escursionismo

Tra le possibilità offerte dal nostro paese, c’è quella di poter fare escursioni a piedi in paesaggi mozzafiato, variegati: non solo non mancano le montagne e i sentieri, ma persino il paesaggio collinare offre squarci invidiati in tutto il mondo. Per questo l’escursionismo può avere dei benefici che incidono tanto sul corpo, quanto sulla mente.

Se pensi di non riuscire a perdere peso, spesso ti sei sentito ripetere di cominciare con una passeggiata. È meno impegnativa ed è più rilassante. Ma chi vive in città ha davvero poche alternative: deve scegliere dei parchi e forse il solo arrivarci con dei mezzi pubblici o con l’auto ne annulla gli effetti positivi, se non altro per lo stress di doversi infilare nel traffico. Chi è più fortunato e può permettersi di vivere in zone collinare o montuose l’escursionismo è una opportunità da non perdere per tenersi in forma. La vita sedentaria è pericolosa e foriera di malattie cardiovascolari e di acciacchi muscolari, il sovrappeso che mettiamo sviluppiamo stando sempre seduti è tutto fuorché salutare. L’escursionismo può quindi aiutare a rimetterci in forma con poco sforzo.

Immaginate un legionario romano del I secolo d.C.: un giovane uomo che costruisce ponti, trincee, fossati, fortini, macchine d’assedio. Ma è anche un uomo che oltre a combattere cammina e spesso lo fa per centinaia di chilometri, marciando per 20 km al giorno, quando non “a tappe forzate”. È un uomo snello, avvezzo alla fatica, non ha nemmeno bisogno di fare diete o di andare in palestra: gli basta camminare ogni giorno.

L’escursione a piedi, a passo d’uomo, è salutare: non solo riduce il peso, ma fortifica le difese immunitarie, riduce lo stress, la fatica e offre una serie di benefici mentali dati dal contatto con la natura, che sentiamo immediatamente pervaderci. È come se stessimo, per un attimo, riappropriandoci della nostra vera natura.

In più l’escursionismo è davvero semplice: non richiede uno specifico allenamento, ne qualità fisiche eccezionali. Se si è molto in soprappeso o non si ha l’abitudine a lunghe camminate, occorre agire di conseguenza, con moderazione, cercando di bilanciare la durata e il percorso al nostro stato di forma.

Inoltre l’escursionismo non richiede una grande spesa per essere praticato: basta avere a portata di mano un buon paio di scarpe comode adatte ai sentieri di montagna, uno zainetto resistente in tela, un abbigliamento resistente che protegga anche in caso di improvvisi acquazzoni e una bussola in caso di problemi (soprattutto se ci si mette in marcia con persone inesperte o non conoscendo i luoghi). Una camminata consente di apprezzare posti che al massimo possiamo vedere in televisione e aiuta il cosiddetto digital detox, staccare da tutte le connessioni via internet, da smartphone, giochi, tablet.

Inoltre è un’attività che si può svolgere in famiglia rafforzando i legami con le persone care. Una mini avventura che ritempra l’animo. Cercate nella vostra regione i posti dove fare escursioni: dalla Valle d’Aosta alla Sardegna, l’Italia trabocca di sentieri e luoghi incantevoli da visitare a piedi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*