Curiosità sulla Germania

La Germania probabilmente è uno dei paesi più sottovalutati dal punto di vista turistico. Non avendo stazioni balneari comparabili con quelle del Mediterraneo si tende a dimenticare che questo grande paese è stato per secoli e lo è tuttora, la culla dell’Europa. In Germania la distruzione della seconda guerra mondiale ci ha privato di centri storici in città stupende come Dresda o Berlino, ed è chiaro che molte delle città sono state ricostruite. Ma quelle in particolare intorno alla valle del Reno sono assolutamente imperdibili (Colonia, Magonza) e ci sono luoghi pieni di storia come Norimberga, Monaco di Baviera, Amburgo, Lipsia, Weimar (la Firenze tedesca) che meritano una visita. La Germania è interessante anche per queste curiosità, alcune delle quali sono molto strane e per noi bizzarre.

In Germania l’università è praticamente priva di costi. Ci sono alcune facoltà interamente gratuite e lo sono non solo per i residenti, ma anche per i privati. L’Università e pubblica e gratuita e le uniche spese da sostenere sono quelle relative al soggiorno nelle città dove sono presenti questi atenei.

In autostrada non c’è limite di velocità. Le autobahn sono scorrevoli e collegano le principali città tedesche in ogni direzione. Tanto è vero che è illegale rimanere senza benzina in autostrada. Questo perché ci si può fermare in corsia d’emergenza solo per devi problemi meccanici o di guida. Insomma, il traffico – nello stile dell’efficienza tedesca – non deve essere fermato.

La domenica in Germania è tutto chiuso. Aprono solo le chiese e i servizi pubblici nel città turistiche. Insomma, in bassa stagione è assolutamente impossibile fare shopping nel giorno di riposo.

La Germania è stata la patria dell’hamburger, come indica il nome, ma il vero piatto nazionale sono le salsicce che consumano in oltre 1000 varietà differenti, tra cui i famosi würstel (e non parliamo delle schifezze da supermercato). I tedeschi sono consumatori di pane in abbondanza, anche più degli italiani. La Germania viene spesso considerato un paese a Nord, ma rientra ancora nella fascia di coltivazione del vino. Infatti, il vino tedesco è pure apprezzato. Il problema è che ha poche colline rispetto a Italia e Francia.

In ogni caso la bevanda nazionale tedesca è naturalmente la birra. Quando pensiamo alla birra pensiamo alla Germania o all’Oktober Fest di Monaco di Baviera. I tedeschi sono i secondi consumatori al mondo di birra e in Baviera essa viene regolarmente consumata con i pasti.

La Germania è sempre stata un paese ai vertici della meccanizzazione e dell’industria. Già nel 1910, alla vigilia della prima guerra mondiale, era nettamente il paese europeo più industrializzato e rivaleggiava con gli Stati Uniti. Ha una forte industria automobilistica con marchi leader conosciuti in tutto il mondo. Oggi la Germania ha praticamente il doppio del prodotto nazionale lordo italiano.

Nonostante la Germania sia il paese europeo più popoloso e sia densamente abitato, gran parte della sua superficie (un terzo) è ancora ricoperto di foreste e boschi. Il territorio settentrionale è pianeggiante e molto fertile (la grande pianura germanica). La sua boscosità è stata di impedimento ai Romani per una completa conquista, determinando la diversità tra il ceppo sassone-germanico e quello gallo-latino.

La Germania è un paese federale esattamente come gli Stati Uniti: ognuno dei 16 länder ha un proprio governo centrale e un parlamento. La divisione non è fittizia. La Germania si è infatti formata con un processo di aggregazione simile a quello italiano, nel quale però gli stati tedeschi (retti da principi elettori) esistevano da praticamente un millennio e hanno mantenuto delle proprie caratteristiche.

Nonostante la Germania si sia riunita nel 1991, a seguito della caduta del Muro di Berlino, la porzione attuale del territorio tedesco è molto più ristretta della Germania storica, che occupava anche mezza Polonia e territori di lingua tedesca nella Boemia. Kafka, per esempio, era scrittore di lingua tedesca e Danzica in Polonia, famosa per le rivolte sindacali di Solidarnosc agli inizi degli anni ottanta del Novecento è sempre stata una città tedesca (Danzig).

A causa dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, Berlino è stata interamente ricostruita. Divisa fino alla Caduta del Muro, ha conosciuto una riedificazione totale all’insegna dello spazio e della vivibilità. Oggi è una città estesissima, quasi 10 volte Parigi. ha più ponti di Venezia e possiede aree di verde superiori a qualsiasi altra capitale europea. Ha la stazione dei treni più grande del continente ed è la città preferita dai giovani, per studiare e iniziare una professione artistica o di design.

La Germania è il paese europeo col maggior numero di pubblicazione annuali. Non deve sorprendere: il primo libro è stato stampato proprio in Germania, la celebre Bibbia di Gutenberg.

La Nazionale di calcio tedesca è la rivale storica della nostra Nazionale di calcio. Nei tempi moderni è la nazionale più vincente, avendo trionfato anche nell’ultimo mondiale del 2014 in Brasile. Lo sport è molto praticato e gli atleti tedeschi sono storicamente i quinti più medaglisti alle Olimpiadi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*