Come scegliere la musica per il matrimonio

Si dice che la musica sia la colonna sonora della nostra vita e nella vita vi sono momenti indimenticabili come il matrimonio dove la musica diventa elemento imprescindibile dell’intera cerimonia. Le nostre giornate sono scandite dalla musica, siamo circondati dalle note e dalle canzoni che spesso segnano la nostra esistenza ma poi si arriva al fatidico sì e spesso e volentieri il capitolo musica viene trascurato. Invece la musica per il giorno del matrimonio è importantissima, fondamentale in quanto racchiude emozioni e ricordi di una vita. Basta vedere quanta richiesta ci sia su Google, segno che i novelli sposi non vogliono sbagliare (es: http://www.musica-per-matrimonio.it/)

E allora quale colonna sonora scegliere?

Prima di tutto è importante affidarsi a qualcuno del campo, uno che conosce la musica, con una cultura ampia e capace di apprezzare più generi e non specializzato in un solo genere. L’artista o la band devono preferibilmente aver suonato in contesti diversi: matrimoni ma anche villaggi vacanze, hotel, discoteche e navi e che abbia girato parecchio; la gavetta talvolta fa la differenza. In seconda battuta la coppia si siede a tavolino e mano nella mano ripercorrere la strada fatta insieme e ci si ricorderà delle prime carezze e del primo bacio accompagnato da una canzone che certamente rimarrà per sempre nel cuore degli sposini. Ed ancora si torna indietro nel tempo fin all’infanzia, ricordando ciò che più piaceva e quel che si cantava con gli amici.

Si cominci a questo punto a prendere carta e penna e scrivere confrontandosi col partner; questo rievocherà piacevoli ricordi che si tramuteranno in nuove tracce.

Una volta buttata giù una prima track list che comprende le canzoni della coppia, bisogna condividerle con chi dovrà suonarle e cantarle. Confrontandosi è importante evidenziare i propri gusti musicali così che chi dovrà suonare per più ore al matrimonio potrà muoversi in autonomia e libero di scegliere tra una vasta gamma di brani in scaletta.

Si parte con la cerimonia nuziale e qui è d’obbligo la musica dal vivo. Basta scegliere lo strumento o gli strumenti giusti; organo e violino, organo e voce, chitarra e voce o voce e violino, ogni combinazione è vincente purché non troppo rumorosa. E’ pur sempre una cerimonia, per il ricevimento ci sarà tempo. E quel momento è arrivato. Si mangia, si beve, si parla e naturalmente si canta e si balla. Già dall’aperitivo è consigliabile accompagnare gli invitati con un duetto magari di chitarristi o con una blues band che interpreti musica lounge e ambient; l’importante è che il volume non strida con l’atmosfera che si adatta ai saluti ed alle prime chiacchiere. Gli ospiti devono poter parlare tranquillamente. Il DJ set di sottofondo forse non è adatto.

A pranzo o a cena ci si può “accontentare” di una piacevole musica di sottofondo, magari con i fiati che la fanno da padrone: jazz e swing sono perfetti e non mancano le band e i musicisti in grado di trascinare idealmente l’atmosfera. E’ il momento del fatidico taglio della torta: qui è d’obbligo suonare la musica che più rappresenta la storia dei novelli sposi. L’effetto sarà dirompente se suonata e cantata dal vivo.

E via col primo ballo che non deve mai mancare. E’ la canzone della coppia, non si può sbagliare. In quel momento, tutti gli invitati saranno lì ad omaggiare gli sposi. Ed infine il ballo per tutti con la band che dal vivo si esibisce nei migliori successi del momento e nei revival che da sempre conquistano tutti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*